Il materasso per bambini: le regole da seguire per una scelta sicura

Quando in una casa sta per arrivare un bambino ci si appresta a comprare tutto ciò che può essere utile e, diciamoci la verità, anche qualcosa che proprio indispensabile non è. Ciò che davvero non può mancare è senza ombra di dubbio il corredino da notte, che oltre a comprendere le varie tutine e cosucce sfiziose, include anche il materasso per bambini, i lettino dove il bambino trascorrerà la maggior parte del tempo nei suoi primi mesi di vita.

Una scelta sicura

Quando ci si prepara all’acquisto del lettino la prima cosa a cui si pensa è alla struttura e alla sua sicurezza ma spesso viene sottovalutato un altro componente altrettanto importante se non il più importante, ovvero il materasso. Infatti se la scelta ricadrà sul materasso per bambini sbagliato questo andrà ad influire anche sulla qualità del sonno del bambino senza contare che potrebbero esserci anche delle conseguenze sulla crescita del bambino. Quando si decide di acquistare un materassino per bambino bisogna bisogna assicurarsi che questo segua la normativa UNI 11036 la quale stabilisce delle regole sulle dimensioni e i materiali da utilizzare per produrre un materasso per neonati.

Per quanto riguarda le dimensioni che la normativa indica queste devono essere comprese tra i 90 e i 140 cm di lunghezza e tra i 50 e i 70 cm di larghezza. Ma veniamo alle caratteristiche principali che un buon materasso per bambini deve necessariamente possedere. Il primo elemento da tenere presente quando si acquista un materasso per bambini è che si tratti di un materassino antisoffoco. Questo modello di materassino presenta dei piccoli fori i quali consentono al bambino di respirare anche quando si trova a pancia in giù, riducendo così il rischio di SIDS. Questi tipi di materasso per bambini sono generalmente realizzati in lattice o altre fibre naturali, ma comunque sia l’importante è che si tratti di un materassino traspirante in modo che l’umidità non resti intrappolata al suo interno portando alla formazione di muffe e batteri i quali verranno successivamente respirati dal bambino. Ci sono altri due fattori che non possono essere assolutamente ignorati quando si deve acquistare un materasso per bambino ovvero che sia atossico e anallergico, ovvero che i tessuti e le imbottiture con cui è stato realizzato siano certificati Oeko-Tex 100 classe 1, per le imbottiture, e CertiPUR per le schiume utilizzate nella struttura. Tali certificazioni garantiscono che il materassino possa essere utilizzato tranquillamente da bambini di età inferiore ai 3 anni.

Anche la rigidità ha la sua importanza, infatti un buon materasso per bambini non deve essere nè troppo rigido nè troppo morbido affinchè favorisca la crescita ossea e muscolare del bambino. Ovviamente è importante che non possieda cerniere, lacci o bottoni per la sicurezza del bambino e che sia costituito da tessuti facilmente sfoderabili e lavabili per favorire ulteriormente l’igiene del materasso. Un ultimo consiglio, non per questo meno importante, è di evitare il passaggio del materasso tra fratelli, infatti per quanto si possa lavare e tenere pulito, questo va ad assorbire il sudore e i liquidi del corpo, senza contare che i bambini tendono a fare la pipì al letto, rendendo cosi il materassino un vero e proprio covo di batteri.

La scelta migliore è acquistare sempre un materasso nuovo, anche perchè le normative e i controlli di sicurezza a cui vengono sottoposti tendono a cambiare nel tempo diventando sempre più meticolosi.

Post correlati

Lascia il tuo commento I campi segnati con * sono obbligatori.