Reti elettriche per letti: perché aiutano il sonno

La rete elettrica per un riposo di qualità

Se è vero che passiamo un terzo della nostra vita dormendo, è vero anche che il letto in cui riposiamo deve essere di qualità. Non solo il materasso, ma anche la rete che lo accoglie. Le reti elettriche hanno un ruolo molto importante nel nostro sonno e ne possono migliorare la qualità, anche quando non stiamo dormendo.
Di solito, si associa l’utilizzo delle reti elettriche ai casi di persone con disabilità o problemi fisici, motori o di salute. In presenza di tali problematiche, un comando automatico che consenta di spostare la posizione della rete è un vantaggio che fa la differenza.

Condizioni migliori del sonno e di vita

Ma la rete elettrica migliora le condizioni del sonno di tutti: infatti, è dotata di funzioni che regolano la posizione delle gambe e della schiena, incrementando la circolazione sanguigna in modo significativo. In questo caso, a beneficiare dalla posizione è tutto il corpo, e gli effetti benefici non si esauriscono durante il sonno, ma si ripercuotono sul benessere durante il giorno.

Ad esempio, premendo un semplice tasto del telecomando della rete elettrica, è possibile regolare la posizione cervicale, evitando di utilizzare più di un cuscino, il che assicura una posizione corretta durante il sonno. Inoltre, la pressione sulla colonna vertebrale ha un carico minore, e questo garantisce benefici di lungo periodo sulla salute.

Le reti elettriche in particolare sono adatte per:

  • chi soffre di reflusso gastroesofageo;
  • chi ha problemi di russamento durante la notte o veri e propri problemi respiratori.
  • chi ha dolori di schiena e cervicali;
  • donne incinte;
  • persone in forte sovrappeso.

Nei casi di reti elettriche matrimoniali, i comandi sono indipendenti in ciascun modulo; pertanto, è possibile regolare la posizione in modo indipendente, e questo è un vantaggio molto importante, in quanto non tutti hanno lo stesso affaticamento, e soprattutto nelle medesime parti del corpo.

Grazie alla possibilità di cambiare l’inclinazione della rete elettrica dalla parte della testa, questa potrà essere in posizione più eretta durante il riposo e far respirare meglio e, quindi, aumentare la qualità del sonno.

rete elettrica lecceUna posizione ottimale per la lettura

Chi ama leggere un buon libro prima di dormire, chi studia a letto, oppure consulta il tablet o lo smartphone, rischia posizioni forzate e pericolose che, a lungo andare, possono danneggiare la colonna vertebrale e compromettere la qualità del sonno. Le reti elettriche consentono di impostare una posizione che accompagni la colonna vertebrale e la zona cervicale in modo naturale e, allo stesso tempo, che ne siano di sostegno.

Una delle funzioni più apprezzate delle reti elettriche è la possibilità di essere “cullati” durante il sonno, grazie al lento movimento, ritmico e regolare, che è di particolare aiuto nei casi di insonnia o, in generale, si fa fatica a prendere sonno. La particolarità dei meccanismi di cui queste reti elettriche sono dotate è l’indipendenza l’uno dall’altro nel caso di reti matrimoniali e il fatto di essere estremamente silenziosi. In questo modo, non si avverte nessun fastidio, e ci si potrà rilassare nella posizione più congeniale. Le doghe delle reti elettriche sono anatomiche, resistenti ed hanno una particolare struttura ammortizzata, anche detta “anti-shock”, brevettata per assicurare il massimo comfort durante il sonno.

I prodotti migliori da abbinare alle reti elettriche sono i materassi in Memory Foam : si possono piegare con facilità e le loro capacità ergonomiche esaltano quelle delle reti, trasformando il “sistema letto” in un piano di riposo estremamente confortevole.

Post correlati

Lascia il tuo commento I campi segnati con * sono obbligatori.